Dogecoin (DOGE)

Dogecoin è stato originariamente sviluppato come uno scherzo e una parodia sulla seria comunità Bitcoin.

Quando Bitcoin ha rotto per la prima volta la barriera dei $1.000 nel dicembre 2013, Billy Markus e Jackson Palmer si sono uniti per mostrare al mondo della crittografia che si prendono troppo sul serio.

Entrambi pensavano che la crittografia delle valute dovrebbe riguardare il divertimento e non solo il denaro.

Pertanto, hanno deciso di fondare Dogecoin, che è stato rilasciato il 06 dicembre 2013.

Secondo il sito web di Dogecoin, si tratta di: “una moneta digitale decentralizzata peer-to-peer che consente di inviare denaro comodamente online. “Doge” è la nostra simpatica e amichevole mascotte! Lo Shiba Inu è un cane di razza giapponese che è diventato popolare online come meme e rappresenta Dogecoin.

Litecoin come base

Dogecoin (DOGE) si basa su litecoin e, a differenza di altre valute cripto, non ha lo scopo di sviluppare una tecnologia innovativa o diventare una moneta con un valore molto elevato. Invece, dovrebbe essere semplicemente una “moneta Internet divertente e amichevole” in grado di elaborare le transazioni in modo economico e veloce. Jackson Palmer ha ridotto il tempo di blocco a un minuto (Litecoin ha 2,5 minuti).

Con Dogecoin Supply in rapida ascesa a oltre 100 miliardi di monete e Dogecoin senza limiti (fornitura massima), la valuta Internet è sempre stata accessibile, per cui DOGE è in realtà utilizzata come valuta all’interno della sua vivace comunità, piuttosto che limitarsi a tenere DOGE come investimento. È probabile che il prezzo di una singola moneta rimanga costantemente basso o aumenti molto lentamente in futuro.

Un successo inaspettato

Dopo la pubblicazione di Dogecoin nel dicembre 2013, Dogecoin è salito nelle prime due settimane per collocare 15 delle più grandi valute cripto per capitale di mercato. Dopo due mesi, Dogecoin era già tra i primi 5 con una capitalizzazione totale di oltre 80 milioni di dollari in alcuni casi. Il successo è durato più di due anni e mezzo fino a quando Dogecoin è stato spinto fuori dalla top 10 da numerosi progetti più nuovi e più ambiziosi a metà del 2016. Ciononostante, DOGE è diventato una seria moneta di Internet, anche se è stato introdotto per scherzo.

La ragione di questo è certamente che dal suo rilascio, intorno a Dogecoin si è sviluppata una comunità vivace e numerosa con molti fan fedeli. Questo spiega anche perché nel 2018 (ottobre) Dogecoin era ancora nella top 25 per capitalizzazione di mercato. Anche se il mondo della crittografia è diventato molto più maturo e adulto, la moneta divertente trova ancora seguaci che rimangono fedeli a DOGE.

Una comunità amichevole e attiva

Nei suoi primi anni di vita, Dogecoin ha attirato particolare attenzione attraverso le sue attività di beneficenza e talvolta arguto fundraising. Nel 2014, la comunità Dogecoin ha raccolto 50.000 dollari a DOGE per la squadra giamaicana di bob per partecipare alle Olimpiadi invernali.

Per la Giornata Mondiale dell’Acqua, la comunità ha raccolto 30.000 dollari (40 milioni di CANE) per la costruzione di un pozzo nel bacino del fiume Tana in Kenya. Nel marzo 2014, la comunità Dogecoin ha raccolto 55.000 dollari (circa 68 milioni di CANE) per sponsorizzare il pilota NASCAR Josh Wise, la cui auto è stata dipinta da Dogecoin.

Il fondatore lascia Dogecoin

Nell’aprile 2015, Jackson Palmer, fondatore di Dogecoin, ha annunciato l’intenzione di lasciare il progetto Dogecoin. La decisione di lasciare Dogecoin non è stata una sorpresa dopo aver annunciato più volte che il suo “progetto scherzo” sarebbe stato preso troppo sul serio. Palmer era contro la commercializzazione della sua moneta da barzelletta. Così non ha mai raccolto grandi quantità di Dogecoin in persona e si è sempre rifiutato di mettersi in mostra.

In un’intervista dell’aprile 2015 sul mercato della cripto-valuta, ha detto: “Si sente sempre più come un gruppo di fratelli liberali bianchi che si accovacciano per arricchirsi con slogan senza senso e cattive idee imprenditoriali, ma non lo fanno”.

Molti anni dopo, nel gennaio 2018, Palmer ha anche detto in un’altra intervista che Dogecoin è l’acronimo di Dogecoin per i preoccupanti sviluppi nel mercato della moneta criptata. Ha detto che è pazzesco che una tecnologia che non è stata aggiornata per due anni per valere centinaia di milioni di dollari: “Dice qualcosa sullo stato delle valute criptate quando una valuta con un cane il cui software non ha ricevuto un aggiornamento in oltre due anni raggiunge un valore di mercato di 1 miliardo di dollari”.

Tabella di marcia e sviluppi Dogecoin

Con questa dichiarazione Palmer affronta un punto dolente di Dogecoin. Dogecoin non ha rilasciato alcun aggiornamento dal 2015. Prosegue il lavoro su Dogecoin. Tuttavia, sono solo i volontari part-time a sviluppare ulteriormente DOGE. Uno dei maggiori punti di forza di Dogecoin è quindi uno dei suoi maggiori punti deboli. Anche se c’è una comunità amichevole e attiva, c’è poco sviluppo ulteriore.

Dogecoin (DOGE) vale un investimento?

Dogecoin è una moneta criptata che merita davvero il suo nome. A differenza di altre valute cripto, è attivamente utilizzato per il pagamento da una grande comunità ed è considerato meno di un investimento.

DOGE è meno adatto come investimento a lungo termine perché è inflazionistico. Inoltre, è improbabile che in futuro ci siano nuove ed entusiasmanti caratteristiche che potrebbero aumentare il valore della moneta.

Dogecoin rimane fedele al suo motto di essere una moneta Internet “divertente e amichevole”.

What is Dogecoin?

Risparmia il 10% sulle tue commissioni di Binance Trading: